°°°° MILLE PAURE °°°°

Cerchi riparo
fraterno conforto
tendi le braccia allo specchio
ti muovi a stento e con sguardo
severo
biascichi un malinconico Modugno
Di quei violini suonati dal vento
l’ultimo bacio
mia dolce bambina
brucia sul viso come gocce di limone
l’eroico coraggio
di un feroce addio
ma sono lacrime
mentre piove
piove
                                                                         

                                                                              sono lacrime
mentre piove
piove
                                                                         

                                                                               sono lacrime
mentre piove.
Magica quiete
velata indulgenza
dopo l’ingrata tempesta
riprendi fiato e con intenso trasporto
celebri un mite ed insolito risveglio
Mille violini suonati dal vento
l’ultimo abbraccio
mia amata bambina
nel tenue ricordo di una pioggia
d’argento
il senso spietato
di un non ritorno…
Di quei violini suonati dal vento
l’ultimo bacio
mia dolce bambina
brucia sul viso come gocce di limone
l’eroico coraggio
di un feroce addio
ma sono lacrime
mentre piove
piove
                                                                    

                                                                            sono lacrime
mentre piove
piove
                                                           

                                                                           sono lacrime
mentre piove
piove
piove…

 

Lontano. Ancora una volta mi alzo, lo bacio e va via. Ahimè!, non può essere diversamente. Ma non manca tanto. Ancora un mese e poi via…

Vorrei avere tutto questo tra un paio di mesi, tra un paio di anni, quando sarò in grado di sostenere un rapporto che non rischi di crollare come un castello di carte per una folata di vento, quando sarò cresciuta dentro, fuori. Quando sarò una vera donna. Con la sua vita fra le mani. Pochi giorni ancora e anche un altro anno sarà finito. Amicizie che sento andar via, così, per delle cavolate, alcune vere, altre no. Dubbi che vengono che vanno che vagano nella mia testa come trottole. Una mattina ci sono. La mattina dopo svaniscono per lasciar posto al dolce profumo dell’amore mio che mi dorme affianco, che mi sveglia sussurrandomi nell’orecchio buongiorno principessa, per lasciar posto a quel profumo che sa di una notte d’amore, di un infinito dentro che vorrebbe esplodere ma non può. Sapore di solitudine nell’aria. Tutto per andare avanti, per cercare di non voltarsi indietro. Mai. Al mare anche se non ne ho voglia dovrei studiare, dovrei risparmiare energie, dovrei… dovrei fare un sacco di cose, ma il tempo è quello che è. Cerchiamo di sfruttarlo tutto, di vivere al meglio queste ultime giornate. Perché poi la vita sembrerà troppo breve per camminare, per passeggiare. Bisogna correre. Una vita a correre, a sputare sangue per poi finire chiusi in una scatola di legno, sotto terra. Ma io no. Voglio volare via, nell’aria, cadere nell’acqua e svanire, dissolvermi nel nulla. Paura di sbagliare. Proprio adesso.

Annunci

Una Risposta to “°°°° MILLE PAURE °°°°”

  1. Ciao "Fiore del male"……passavo x un in bocca al lupo x gli esami…….da un\’esaminanda che affronta quelli universitari e vi capisce benissimo^^
    Torno alla mia grafica e ai miei programmi informatici…….tanto sono solo le 4 di notte -.- un bacio!(ps.finalmente riesco a scrivere sul tuo blog dopo vani tentativi durati mesi XD)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: