°°°° DIARIO DI LACRIME °°°°

Allora, tanto per tornare a quei vecchi tempi in cui rientravo a casa e zitta zitta mi nascondevo sotto la scrivania a scarabocchiare pensieri e parole sul mio diario. Sul diario non scrivo più, non so il perché. Però oggi da scrivere ce n’è…e come.  Vado a scuola, esco prima di casa che ho la ruota a terra e la devo far gonfiare. Il primo benzinaio? Sotto la mia scuola. Arrivo, metto benzina, gonfiano la ruota e parcheggio. Tutto bene. Entro a scuola, il primo disegno fa schifo, gli altri tre sono decisamente migliori. Esco. Vado a casa e passo circa due ore senza far nulla. Arriva Simone, ci buttiamo in stanza, coccole e baci. Tornano i miei. Noi usciamo. In giro per il corso, compro due libri. Uno per me e uno per lui. Oramai ho deciso di regalargli i libri. Torno a casa, prendo la macchina e andiamo a circo massimo. Lui prende la metro, io torno indietro. Il dermatologo all’ultimo mi dice che l’appuntamento è alle 19. Di corsa, prendi la macchina, tua mamma che si agita, io che nel traffico mi scoccio, mio padre che resta muto. Si lamentano di come tengo la macchina. Mio fratello che non risponde al telefono. Arriviamo allo studio, lei che pretende come al solito di parlare la mio posto. Ma lo saprò cazzo quello che ho!! No, sempre lei si deve intromettere. Usciamo di li, di nuovo verso casa di zia. Mia mamma che se la prende con me perché sono contenta che i genitori di Simone, pur avendomi vista 3 volte, si ricordino del mio cappuccino la mattina e preparino il pranzo o la cena. Lei non lo fa mai. Io torno a casa e devo sperare che papà abbia cucinato qualcosa, ammesso che sia in casa. Preferirei che anche mamma quando torno mi preparasse il pranzo, o quando ci sono le amiche, che cucinasse e non dicesse: fate come volete. Ma lei questo non lo capisce. Mio fratello che esce e va in pizzeria, costringendo noi a restare a cena li, quando io sono stanca, mamma è nervosa, si agita e mia zia non sta bene. Maledetta partita che finisce male. Nonna che continua a dirmi che mi sto ingrassando. Che mi chiede ogni 3 minuti quando vado dal parrucchiere. Mia mamma che si lamenta che resto a Roma per le vacanze di pasqua. Mio fratello che fa sempre più il cretino. Discussioni in macchina, mi chiude un braccio nel portone e spezza la seconda chiave. Giada che mi lascia un messaggio dicendomi che andrà a prendere il cd domani a colli albani. Ma cazzo…ma mandami un messaggio se vedi che non sono al computer!! No…non sia mai! Il collo che mi fa male. Mi sento uno schifo, mi fa male tutto. Uno straccio. Mi devono arrivare, ma non sto bene lo stesso. Sono veramente stanca. Forse è il caso di tornare a ringhiare come hai vecchi tempi, rispondendo male a chi è indisponente. Non facendomi più in quattro per tutti. Pensando solo a me stessa. Tornando a nascondermi sotto la scrivania, aggiungendo parole nere ad un diario fatto di lacrime.

Annunci

Una Risposta to “°°°° DIARIO DI LACRIME °°°°”

  1. giada Says:

    ylè nnè che nnmiva di mndarti un sms…nncio una lira sul cel manco per gli squilli…cm faccio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: