il mio benessere

P1010499Ciao!!! Aaa, dunque dunque…dire che sono contenta? È dire poco. Allora, dire che sono felice? È dire poco lo stesso. Accontentatevi di quel poco perché meglio non posso esprimermi. Sta andando alla grande. Il mio diavoletto moroso [ciao more!] è fantastico. Ei, aspè, mi correggo, non è mio nel senso che l’ho comprato, è mio perché ci esco. E questo dice tutto. È qualcosa di magnifico. Non posso ancora crederci. Giulia pensa che ci siano buone intenzione. Le ho risposto che non mi illudo, anche se è sempre meglio illudersi che non provarci mai. Ma appunto per questo ci sto provando, se poi va male, beh, fa lo stesso. Almeno posso dire: io c’ho provato. Io non auguro questa mia felicità a chi mi ha fatto stare male, a chi mi ha illusa, a chi mi ha usata. Li posso solo ringraziare perché sono cresciuta, e ho maledettamente chiuso me stessa agli altri. In compenso li ringrazio per avermi fatta vivere in un mondo di favole, come vivo adesso. Realista si, perché non si sogna quello che non si desidera. E ora non desidero altro che stare bene. Sto bene? Si…veramente bene. E devo ringraziare per questo mio benessere le mie amiche, Giulia Giada e la Gloria, e poi, penso, anche Simone. Se mi alzo contenta forse è solo perché mi rende felice. Forse perché gli voglio bene, e perché anche lui magari ne vuole a me. Perché non ci si accolla, non ci si accasa. Ci si vede poco e ci si sente tanto. Oggi sono uscita dal parrucchiere e mi ha chiesto cosa avessi da fare. Lui era libero. Dopo la partita niente lezioni. Non ne aveva voglia. Allora lo sono passata a prendere all’università e siamo venuti da me. Gelato, io, ma che ha mangiato anche lui. Seduti sulle scale dell’ara coeli, abbracciati, con il brivido sotto le cosce [brr…solletico!!!] e con una frase bellissima che mi ha detto: ti lecco il timpano.

Da questa sono scaturite un sacco di risate. Ma come fai a dirmi una cosa simile! Ahahah…e come se la rideva! E poi canta, canta le mie canzoni preferite. Ed è una cosa che mi fa molto piacere. Gli ex tornano all’attacco e anche quelli intimi. I messaggi li scorro molto velocemente, premendo il tasto “delete” perché ora leggo solo i suoi. Gli squilletti…i messaggi del buongiorno, della buona giornata. Anche le multe sono irrilevanti. Si studia, in primis la scuola. Poi il resto. Ora infatti mi butto un pochino su storia per riepilogare la situazione e gli appunti. Domani compito in classe e interrogazione di Arte. So che andrà tutto bene. Giornata tranquilla. Poi in pomeriggio sono occupata a scuola con la Gesmundo per valutare la mia tesina. Torno a lavorarci. E speriamo che approvi la mia idea!

Annunci

Una Risposta to “il mio benessere”

  1. buongiorno tesò.. ti voglio bene :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: