Archivio per aprile, 2007

solite parole sconnesse

Posted in Senza categoria on 26 aprile 2007 by AtrocitA Hyde

O beh, come dire, salve a tutti.

Sono le 11.16 di giovedì 26 aprile 2007. L’allergia sta tornando. Forse dovrei smettere di bere quantità industriali di latte, chissà. Ora sto cercando una piscina per poter far nuoto libero. Adoro il nuoto, però se lo posso fare senza l’istruttore di mezzo, sarebbe meglio!! Un modo per sfogare la tensione accumulata.

Il nonno materno di Lorenzo si è ammalato. Ora è in ospedale, al Policlinico. Oggi pomeriggio lo vado a trovare. Sola, perché Lore lavora. Magari ci porto anche mio fratello, la gioventù fa sempre bene!!!

Mi fa male la pancia, colpa del latte, lo sapevo. Tra un pò vado a farmi una doccia. Devo sistemare questi capelli, certi giorni sono indomabili.

Ieri sono stata tutta la giornata con Lorenzo, dalla mattina fino alla sera. La cosa bella è che, oltre a fare quello che fanno tutti i ragazzi se hanno casa libera, ieri sera, dopo cena, abbiamo parlato di argomenti fuori dalla nostra portata, di mio zio, di Alessandra, di Mauro. Quell’uomo sarà pure freddo esternamente, uno stronzo magari, però, non credo abbia perso del tutto l’istinto paterno, l’amore per i figli; sono cose che capitano (le separazioni e i divorzi), però questo non implica il fatto che negli anni in cui è stato sposato non abbia amato quella che un tempo era sua moglie.

Lorenzo ha perso i ciondoli. L’ultima volta che successe una cosa di questo tipo, la mia storia finì. Ora non sembra più mio… diceva una sera di voler fare le fedine perché si sarebbe sentito più legato a me, perderà anche quella? Chissà… O beh, pensieri sconnessi, parole senza senso, le solite, per di più.

DESPERATE HOUSEWIFE: IL CLUB (PRESTATE ATTENZIONE)

Posted in Senza categoria on 16 aprile 2007 by AtrocitA Hyde

Vi prego prestate attenzione a questo intervento. È una cosa seria. Un progetto a cui mi auguro partecipino tutte le persone affette da problemi di cuore. Tale progetto è nato dal fatto che diversi adolescenti si sono accorti troppo tardi di problemi cardiaci che influiscono sul sistema nervoso e sulla zona emotiva del nostro cervello. L’amore è una cosa meravigliosa, ma se si vive la prima esperienza in modo tragico, la seconda seguirà le orme della precedente fino a che non imparerete l’auto difesa. Per le ragazze/i come me che hanno problemi di comprensione o di qualsiasi altro genere con il/la proprio/a partner, questo è il momento di sfogarsi, di parlarne, di confrontare le nostre storie, per decidere se diventare femministe/maschilisti (ma senza pisellino e patatina la vedo dura vivere^_^) o se prenotare un ricovero d’urgenza alle Maldive. Se avete bisogno di parlarmi per sfogarmi il mio indirizzo di msn, per chi non lo sapesse, è: stefanoeylenia@hotmail.it   per quanto riguarda la posta è: stefanoeylenia@hotmail.it    se avete bisogno di altro chiedete il mio numero in giro oppure se non volete chiederlo contattatemi su questo: 3347629097. Grazie di tutto.

Cordiali saluti

Giunone

per te, Lorenzo 2

Posted in Senza categoria on 16 aprile 2007 by AtrocitA Hyde

Cammino lungo la tua via
e il tempo sai non passa mai
lontano da te la vita non è facile

 

Ora mi ritrovo un po’ come ai vecchi tempi, a scrivere lettere perché non so parlare, perché mi vergogno da morire…

…nel mio silenzio resterò
e finché respiro non avrò
ti aspetterò io sarò qui se tornerai…

 

Morire. La voglia c’è. Quella sensazione di libertà che si prova quando si cade nel vuoto della solitudine, la voglia di dire addio a tutto e a tutti, di sputare in faccia a chi si è preso gioco di te.

 

…e poi sarai
davanti a tutto tu
combatterò per dirti che io credo in noi…

 

Una sera, in riva al mare, qualcuno mi disse testuali parole: “Se vogliono farti vivere seduto, immobile e in silenzio, allora è il momento. Alzati, grida e muori”. Così ogni qual volta mi sento obbligata a vivere una vita che non sento mia, ho bisogno di alzarmi, di gridare e infine, di morire. Ma forse sono come la fenice di fuoco, che rinasce dalle sue ceneri.

…perchè per me lo sai sei musica nell’anima
e insieme a te non cadrò non cadrò
è per te che non mi stanco un attimo di vivere
comunque andrà dentro di me tu vivrai
e suonerai…

 

Però anche la fenice ha bisogno di qualcosa per rinascere. Ha bisogno delle lacrime. Per me tu sei quelle lacrime di cui ho bisogno per rinascere, per tornare a vivere. Ti prego non lasciarmi ora…

 

…vorrei guardare gli occhi tuoi
e in ogni istante viverti
sentire che tu resterai sempre con me…

 

Oggi sono andata a comprare il lucchetto. Avrei dovuto farlo con te, lo so. È il più grande che ho trovato. Magari corro troppo, però non riesco più a trattenermi. TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO

…da qui così
il mio sentiero sarai tu
mi porterai dentro di te se vorrai…

 

Ho paura. Ho paura che finisca tutto senza neanche averti detto quello che vorresti sentirti dire. Quel ti amo maledetto…

…perchè per me lo sai sei musica nell’anima
io senza te non vivrò non vivrò no
è per te che il sole non finisce mai di splendere
non smetterò di amarti mai dentro me
tu suonerai…

 

E allora cerco di farmi coraggio. Quando ti guardo negli occhi vorrei gridartelo. Vorrei gridarti che per me sei la cosa più importante,

…così sarai
davanti a tutto tu
combatterò per dirti che io credo in noi…

 

Che sei la cosa più importante che esista, la persona a cui tengo di più, che mi spinge a vivere nonostante io non voglia.

…perchè per me lo sai sei musica nell’anima
e insieme a te non cadrò non cadrò no
è per te che il sole non finisce mai
di splendere
comunque andrà dentro di me tu vivrai
e suonerai…

 

“Perché ogni volta penso… che io non ti ho detto mai quel ti amo maledetto, che io adesso griderei… ma ormai non c’è più tempo…” io non voglio arrivare a dirmi questo, perché l’amore è più forte di quel ti amo maledetto. E allora scusami se non sono come mi vuoi, se non sono perfetta, se non riesco a fare a meno di pensare che ogni volta che discutiamo è colpa mia…

E allora vaffanculo!!! TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO TI AMO……

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ripresa faticosa…analista aspettami che arrivo!!!!

Posted in Senza categoria on 16 aprile 2007 by AtrocitA Hyde

Allora…come ve la passate? Io sto migliorando. Le ustioni sono passate, alcuni problemi anche, però, come vuole la regola, ne sono arrivati degli altri. Per chi non sa farsi gli affari suoi (vero Lorenzo?!?!), sappiate che a breve leggerete un super mega riassunto delle super mega cose che mi sono capitate dall’ultima volta che ho scritto qualcosa.

Tanto per cominciare non mi sono arresa al fatto della scuola, tanto è vero che ho provato il rientro. Quanto è durato? Bhe, credo una decina di giorni, non di più. Le continue crisi di pianto isteriche all’entrata di scuola erano un pessimo segno. Lorenzo lavora da mia mamma, alla Regione Lazio, tipo “prova”, anche se al momento, dopo circa due settimane, ha percepito quella sottospecie di stipendio, perché mia mamma dice che si meritava molto ma molto di più di quello che gli ha dato, ma, visto e considerato che lo ha stipendiato lei con i suoi soldi, non avrebbe potuto fare di meglio. Anzi no, avrebbe potuto, perché era tentata di dargliene il doppio, però la sua paura è quella che magari si possa offendere e quindi nulla, 100€ e via. Ad un anno di distanza dalla morte di mio nonno Saverio è morta anche mia nonna Eugenia e l’altra mia nonna (quella materna) si è rotta costole e vertebre cadendo dalla scala a chiocciola di mio zio. Ci sono continui litigi con i miei per quanto riguarda la scuola. Pur avendo un pagellino discreto ho deciso di ritirarmi oggi, 16 aprile, perché non ce la faccio più a vivere nell’ipocrisia della mia classe, COMPRESA ME, perché neanche io sono uno stinco di santo. Però tranquilli, riprendo l’anno prossimo. Mi stavo perdendo il telefonino, volevo andare via di casa, ma poi alla fine ho ritrovato il telefono e sono rimasta qui. Mi iscrivo a scuola guida e spero di poter avere la macchina per questa estate. Con Lorenzo? Con lui va tutto a gonfie vele. Finalmente sono riuscita a dirgli che l’amo (ovviamente dopo che lo ha fatto lui e dopo 2 giorni di litigata furiosa per sms a causa di un concetto spiegato male). Sono partita per le vacanze di Pasqua, in Umbria, e sabato Lorenzo e Gianluca sono venuti a trovarmi li. Abbiamo passato una giornata indimenticabile… poi, il 12 c.m. mio zio mi ha chiesto di Lorenzo e mi ha “obbligata” a chiamarlo ed invitarlo alla sua festa, praticamente 2 ore dopo a Palestrina. Mi ha addirittura concesso l’uscita anticipata da casa, in macchina con lui, per andarlo a prendere. Gli parlava come fossero tra coetanei, e, che rimanga tra noi, mi ha detto che ha fatto una splendida figura. Tutti gli ospiti sono rimasti entusiasti del suo comportamento (di Lore, ovviamente), perché non avevano mai visto un 19enne comportarsi da gentiluomo. E poi, che dire?! Oggi, 16 aprile 2007, festeggiamo in 3: il Papa compie il suo (credo, circa, non so…) ottantesimo compleanno, Stefano, il mio ex, ne compie 22 e io e Lorenzo facciamo 3 mesi. Meglio di così!!! (FAMO CORNA !!!)