Archivio per febbraio, 2007

più vicina alla morte di qnt si creda

Posted in Senza categoria on 25 febbraio 2007 by AtrocitA Hyde

Sto rovinando tutto. La mia vita, la mia storia cn Lorenzo…. Tutto.

È mai possibile che nn ne faccio mai una giusta? Ma è mai possibile che per uno stupido orgoglio io debba rinunciare a quel ragazzo? Nn è possibile… lui per me fa tanto, troppo. Nn mi merito nulla. Sn uno schifo di persona, che dice di essere orgogliosa, ma che dietro al suo orgoglio nn fa altro che nascondersi. Una persona che nn ha le palle per affrontare i problemi, che nn vuole andare avanti… pessimista del cazzo, orgogliosa del cazzo. Pur di nn abbassarmi a fare qll che vogliono loro rinuncio a lui, alla persona che mi ha aperto gli occhi, che mi ha dato dopo qs 8 mesi di un continuo rash, la voglia di tornare a vivere e sorridere per qll che sn, una diciottenne che sa qll che vuole ma nn ha il coraggio per buttarsi e afferrarlo. Per colpa mia soffrono in molti. Ieri sera ho litigato cn lui….mi sn sentita una merda. Avrei bisogno di essere presa a schiaffi dalla mattina fino la sera, così magari riuscirei a reagire. Nn so affrontare i problemi della vita, nn riesco a fare del bene a qlc, a farlo stare bene, a ricambiare qll che ho ricevuto. mi sta tornando la stessa voglia di qlc anno fa, qll che Lorenzo conosce forse meglio di me. Perché essere di peso alla società, qnd potrei far vivere tutti meglio?

Una delle soddisfazioni che avrei nel morire sarebbe qll di vedere in qnt verserebbero lacrime amare sui miei tulipani. E poi via, a straziarsi coi sensi di colpa: “se avessi fatto qst nn sarebbe finita cos”, oppure, “se avessi capito i suoi problemi”…frasi di qst tipo che si dicono tanto per dire.

Col pensiero, sono più vicina alla morte di qnt crede la gente. E qst nn è una scusa, uno di quegli atteggiamenti come per essere compatita, umiliata dalla bravura degli altri, no. È solo un grido disperato di aiuto di una farfalla alla quale hanno più volte troncato le ali, pezzetto per pezzetto, lasciandola in un limbo fatto di agonia, pensieri sconnessi, sensi di colpa, dolori.

Annunci

che dolore…

Posted in Senza categoria on 24 febbraio 2007 by AtrocitA Hyde

Mi fa tutto male. Nn je la faccio più… ho il braccio che brucia cm mai. La faccia è una cosa orribile. Sembro un mostro. Mah, speriamo bene.

…era meglio se quel di fossi riuscita a morire

Posted in Senza categoria on 23 febbraio 2007 by AtrocitA Hyde

Ora c mancava pure qst. Oggi è il compleanno di Lorenzo, andato a puttane per colpa mia… che brava che sono… credo che a breve avrò un esaurimento nervoso. La scuola? Bhe, c’è chi, dentro casa mia, dice che mi accompagna la mattina e aspetta che esco, chi, che invece scriverà una lettera per ritirarmi, visto che è qll che voglio. Io sn due anni che vedo che la voglia passa. Ma credo che la colpa nn sia esclusivamente mia. Nn riesco a seguire nn ce la faccio. Dicono che sn sempre disponibili ma nn è così. Perché sn 3 anni che dicono, in particolare 1a prof, che allora, visto che nn siamo in grado di starle dietro, utilizzerà altri metodi. E i compagni di scuola? Prima parlano parlano, dicono le peggio cose, si lamentano, e poi, eccoli li, leccaculo, tutti cn il sorrisino da bravi ragazzi. Mi sn rotta il cazzo, la stessa situazione da 5 anni. Se continuo a studiare nn lo faccio ne per loro ne per soddisfazione personale, per Lorenzo, lo faccio esclusivamente per lui. Perché al momento è l’unico che pare darmi “ragione”e che mi capisce, forse proprio per il fatto che lui è nella mia stessa situazione. Il fatto è che se nn studio, nn posso più vedere nessuno, se studio nn posso vedere nessuno uguale perché pretendono che io stia sempre sui libri. E quindi?

Basta!!!!!!!!!!!!!!!!!

Posted in Senza categoria on 20 febbraio 2007 by AtrocitA Hyde

Oddio… nn ce sto a capì nulla. Mi dice di riflettere ma nn so come.

Ho deciso: sono egoista? Si nel mio piccolo si. Sono orgogliosa? Si e pure troppo. Bene. Allora la soluzione è una sola: lottare per nn innamorarmi di lui

 

 

 

Almeno per ora.

che tonta!!!

Posted in Senza categoria on 18 febbraio 2007 by AtrocitA Hyde

Carcolate che ho appena fatto na figura de merda co David… dovevo chiamà jonathan, il cugino de Lore e invece nella rubrica ho confuso Jedy per Jonathan… carcola che ho parlato cn lui 10 min boni e nn m’ero accorta de nulla….!!!!!!!!!!!!!!!! J che figuracciaJJJJJJJJ

Cmq poi c’ho parlato cn Jonathan…

contrariata dal suo atteggiamento…andiamo bene!!!

Posted in Senza categoria on 18 febbraio 2007 by AtrocitA Hyde

Oggi è successa una cosa particolarmente fastidiosa. Allora, ieri eravamo rimasti d’accordo cn Lorenzo che ci saremmo visti alle 12.30 a S.Maria del soccorso e che mi sarebbe venuto a prendere cn Stefano, il cugino, o in macchina o cl furgone. Praticamente sarebbe dovuto andare da Stefano, andare a prendere il furgone a colle del sole, tornare a casa di mia nonna, prendere il motorino, portarlo dalla mamma, ripartire per colle del sole, prendere la macchina e venire a S.Maria del soccorso. Peccato che ci saremmo dovuti sentire in mattinata. Roba che se nn lo chiamavo io nn si faceva sentire. Cmq mi ha detto che alle 12.00 stavano ancora portando il motorino a casa… mi sn inalberata cm poche. Ma è possibile cazzo!!! In 3 nn hanno un telefono cn i soldi o qnt meno potevano fare il 4888… cmq vabbè alla fine mi sn fatta accompagnare da mia mamma alla metro. Loro erano arrivati, ma erano pure le 13.20!!! bha… li per li avrei voluto ammazzarlo, però l’ho guardato negli occhi e pure che nn alzo le mani o la voce credo di fargli del male solo cn lo sguardo… la cosa mi dispiace perché nn è qll che vorrei, però nn so fare di meglio. Alla fine però siamo andati a pranzo e pare che abbia capito, soprattutto grazie all’infinità di proverbi che ho tirato fuori dalla mia splendida bocca di rosa. Sembrava un cane bastonato…L

per te, Lorenzo

Posted in Senza categoria on 18 febbraio 2007 by AtrocitA Hyde

Non ti voglio vedere, almeno per un po’.

Le cose vanno troppo in fretta. Non va bene. Ho sbagliato a dirti quelle parole questa sera. Non avrei dovuto farlo. Tua mamma aveva ragione. E pure mio padre. Non avremmo dovuto passare insieme tutto questo tempo. Non so se sto iniziando ad amarti, o se forse è solo un grande affetto, o se, ancora, è perché mi sono illusa di qualcosa che c’era e invece non c’è; come un miraggio nel deserto, una splendida oasi nel mezzo di una quasi morte, un corpo arido, fatto di tanti granelli, come il deserto stesso, come me.

Questo rovinerà tutto lo so. Ne sono certa. Tu fa finta di nulla, però. Se sono fredda, distaccata, fa finta, ignora il mio atteggiamento, prima o poi mi passerà. Da questo punto di vista sono una bambina, ho paura di perderti, forse. Ed ecco qui che esce fuori la mia parte egoista. Sto troppo bene con te mai stata meglio in 18 anni. Eppure… ho paura ancora una volta che tutto ciò possa finire, svanire come il fumo grigio delle sigarette, che, però ti resta addosso, dentro, qualcosa che respiri ogni giorno e che ti fa male. Però poi ci fai l’abitudine e continui, imperterrito, a volere quel fumo, quel sapore, anche se sei cosciente che ti condurrà alla morte. Con questo voglio dire che cercherò di capire quello che voglio, ma intanto, continuerò a farmi del male con te, che, dopo le sigarette e il cibo, sei la mia droga più importante…